Un weekend originale tra Roma e Napoli

Se vi trovate a Roma per un weekend e non volete riempire le vostre giornate con le più scontate mete turistiche, magari perché non è la vostra prima visita nella città eterna, abbiamo un consiglio per voi: perché non passare due giorni a scoprire curiosi luoghi non di una, ma di due città? In due giorni avete tutto il tempo di visitare le curiosità di Roma e il mattino successivo prendere un treno che vi porta dritto a Napoli. Se date un’occhiata a virail, vi renderete subito conto che i biglietti del treno da Roma a Napoli hanno prezzi per tutte le tasche, a seconda del livello di servizio e del tipo di treno, ma in ogni caso, si tratterà di un tragitto breve da percorrere in un paio d’ore circa. Abbiamo scovato per voi alcuni dei luoghi più interessanti, curiosi e insoliti della capitale e del capoluogo partenopeo.

3 luoghi insoliti a Roma

 

Galleria Spada

 

Galleria Spada è un magnifico colonnato dell’omonimo palazzo, nei pressi di Campo de’ Fiori. La particolarità di questa galleria sta nella sua illusione ottica: infatti, fu costruita in modo tale da far credere all’osservatore di trovarsi davanti a una lunghissima galleria, con una statua all’estremità opposta. Tuttavia, la Galleria Spada è lunga solamente otto metri.

 

Il quadro automatizzato di Rubens

 

Vi sembrerà incredibile, ma nella chiesa di Santa Maria in Vallicella c’è un quadro automatizzato. Come sarebbe a dire? Un’icona della Vergine ritenuta miracolosa è stata adornata da una più grande e maestosa pala d’altare: si tratta, in pratica, di un quadro in un quadro. Ma non è tutto; infatti, l’icona della Vergine è stata studiata per apparire e scomparire dietro al suo quadro-cornice quando azionata da un telecomando.

Vedi anche  Barcellona: un week end nel capoluogo della Catalogna

La farmacia di Santa Maria alla Scala

 

Nel convento dei frati Carmelitani Scalzi si trova un’antica spezieria che operò dal XVII secolo a metà del Novecento. Oltre a provvedere cure per i frati, e in seguito per i romani, è conosciuta per le scrupolose cure dedicate ai Papi. Oggi non è più in attività, ma è visitabile.

3 luoghi insoliti a Napoli

 

L’Ospedale delle Bambole

 

È da tutto il mondo che arrivano le bambole in cura all’Ospedale delle Bambole. Si tratta di una tradizionale bottega napoletana nel quartiere famoso per le statuine del presepe, curiosità che evidenzia come l’artigianato sia radicato nelle tradizioni partenopee. In questa bottega, le bambole vengono riparate e restaurate con cura.

 

La tomba di Dracula

 

Non tutti sanno che la storia di Dracula scritta da Bram Stoker è stata ispirata da un personaggio storico, per l’esattezza il Principe Vlad III di Valacchia, vissuto nel XV secolo. Il luogo di sepoltura è ancora un fatto molto controverso, ma uno dei possibili sepolcri sembra essere proprio a Napoli, più precisamente nella Chiesa di Santa Maria la Nova.

 

Il Cimitero delle Fontanelle

 

Per gli amanti dell’horror e dei luoghi macabri, ma non solo, è d’obbligo una visita al Cimitero delle Fontanelle. Si tratta di fatto di una grotta in tufo dove furono sepolte le vittime delle epidemie di peste e di colera che colpirono Napoli rispettivamente nel 1656 e nel 1836, ma non solo. Il cimitero fu riaperto nel 2006 dopo la chiusura avvenuta a metà del Novecento.

 
 
CHIAMA SUBITO 0694802005
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694802005