In Viaggio verso Budapest: Consigli e Guida pratica

Punto di incontro tra l’Europa occidentale e i paesi dell’est, Budapest, una delle più affascinanti città posate sulle rive del Danubio, attira ogni anno migliaia di turisti e viaggiatori, grazie al suo enorme patrimonio storico, artistico e culturale. Dopo l’ingresso dell’Ungheria nell’Unione Europea, avvenuto nel 2004, e l’adesione da parte del paese agli accordi di Schenghen dal 2007, i controlli doganali sono stati aboliti, e la città può essere facilmente raggiunta per via aerea, fluviale, ferroviaria o in auto, facilmente e senza problemi burocratici. Tuttavia, anche se non vi sono controlli specifici, è obbligatorio avere con sé un documento di identità valido, il passaporto o la carta di identità, come del resto accade in qualsiasi altro paese, una regola che è valida per tutti, compresi per i minorenni, anche se accompagnati dai genitori.

La moneta ufficiale dell’Ungheria è ancora il fiorino ungherese, per tale ragione è consigliabile cambiare subito gli euro in banca o in uno dei tanti uffici di cambio disponibili ovunque, dall’aeroporto, alla stazione, alla reception degli alberghi. Per evitare eventuali inconvenienti, è bene consultare preventivamente il valore di cambio, e verificare che l’ufficio stia applicando una valuta corretta: il valore di un euro, indicativamente, oscilla intorno ai 307/308 fiorini. Gran parte degli alberghi e dei pubblici esercizi accettano comunque anche valute estere, compresi gli euro, e carte di credito.

Telefonare dagli alberghi è un servizio talvolta abbastanza costoso, ma tutta la città è ben fornita di cabine telefoniche e apparecchi pubblici, funzionanti a moneta o con le appositi schede, in vendita presso tabaccherie e rivendite di giornali. I prezzi in Ungheria negli ultimi anni sono notevolmente aumentati, allineandosi in parte con l’Unione Europea, anche se risultano essere sempre leggermente più vantaggiosi dell’Italia.

Vedi anche  Cosa vedere a Edimburgo in 3 giorni

Considerando il traffico che ogni giorno si muove per le vie della città, il metodo ideale per spostarsi da un luogo ad un altro sono i mezzi pubblici, peraltro molto bene organizzati, con la possibilità di acquistare abbonamenti turistici e biglietti cumulativi particolarmente convenienti. Da qualche anno la città offre anche un servizio di biciclette a noleggio, usufruibile tramite carta di credito.

Per vedere tutti i luoghi di Budapest, è possibile acquistare delle carte turistiche piuttosto vantaggiose, che consentono di accedere in tutti i posti più interessanti della città a prezzo scontato e di viaggiare sulla rete di trasporti pubblici. Le carte turistiche hanno durata variabile e includono l’ingresso gratuito o scontato a musei, mostre e palazzi storici.

Il periodo migliore, dal punto di vista climatico, è dalla tarda primavera all’autunno: considerando la posizione geografica dell’Ungheria, il clima continentale è tendente al freddo, con inverni che possono raggiungere i 15 / 20 gradi sotto lo zero, vento freddo e neve. Nonostante il freddo, Budapest è comunque una meta molto frequentata per il Capodanno, da trascorrere magari in uno dei tanti locali notturni underground, in una mini crociera lungo il Danubio su un battello / ristorante, o semplicemente per le strade della città, tra i fuochi d’artificio e la musica dal vivo.